Perchè questo blog?

Questo è un blog personale che riflette la mia esperienza, maturata negli ambienti accademici dopo alcuni anni trascorsi a viaggiare soprattutto per mare. Durante la mia più che decennale permanenza in Università – sia come PhD fellow che come docente a contratto – mi  sono occupata sia di diritto della navigazione che di turismo. In quest’ultimo caso anche con riguardo agli aspetti del marketing e della comunicazione.

Turismo, viaggi e trasporti sono realtà fortemente interconnesse. Non è infatti possibile ipotizzare la presenza di tutto ciò che ruota attorno al fenomeno dell’ospitalità senza l’esistenza di un articolato sistema che disciplini il settore dei trasporti nel suo complesso.

Per questo alla valorizzazione del fenomeno turistico – da intendersi anche come potenziamento e sviluppo di nuove destinazioni o di nuove modalità di fruizione dell’esperienza del viaggio – deve necessariamente ed obbligatoriamente corrispondere un adeguato sviluppo delle attività dei trasporti, sia in termini di programmazione che di regolamentazione giuridica.

Il taglio dei post di questo blog è di tipo divulgativo e non accademico.

Naturalmente non mancherò, quando necessario, di fare gli opportuni riferimenti alla dottrina e alla giurisprudenza.

Il mio obiettivo è di far conoscere meglio alcune tematiche, legate al diritto della navigazione e al turismo, evidenziandone alcune sfaccettature poco note ai non addetti ai lavori.

Il diritto della navigazione

Il diritto della navigazione è una branca del diritto che abbraccia il fenomeno della navigazione per mare, per acque interne (cioè laghi, fiumi e canali) e per aria.

Sotto il profilo guridico, si tratta del complesso di regole che, a vari livelli (internazionale, comunitario e nazionale) disciplinano il «navigare» e l’ambiente in cui esso si svolge. Questo concetto si riferisce prevalentemente alle attività di tipo economico, che comprendono anche tutte le attività connesse.

Sono quindi norme non inerenti alla sola circolazione dei mezzi nautici od aeronautici, ma che riguardano anche, per esempio:

  • le infrastrutture (come i porti o gli aeroporti)
  • i contratti e la prassi commerciale
  • le modalità di trasporto di persone e cose (merci)
  • la sicurezza (nella duplice accezione di safety e security)
  • l’organizzazione amministrativa (e altre fattispecie).

Si tratta quindi di una materia complessa, che abbraccia in maniera trasversale svariate discipline giuridiche come:

  • il diritto marittimo
  • il diritto aeronautico
  • il diritto del mare (che viene generalmente ricondotto nell’alveo del diritto internazionale)
  • la normativa sull’ambiente
  • il diritto internazionale privato
  • il diritto amministrativo
  • il diritto privato e commerciale
  • il diritto penale

Anche le tematiche legate al diritto dei trasporti e alla legislazione turistica sovente si interconnettono con questa branca giuridica.

Il turismo nell’ottica del marketing e della comunicazione

Il fenomeno dei viaggi a scopo ricreativo ruota invece attorno a molte componenti, non solo giuridiche ma legate anche alla gestione operativa, al marketing e alla comunicazione, che si intersecano vicendevolmente e che contribuiscono, in varia misura, a delineare lo scenario sociale ed economico nel quale il fenomeno turistico si manifesta e si realizza.

Le scelte che si compiono in questo ambito devono essere razionali e caratterizzate da una visione lungimirante, affinché l’attività di pianificazione di una destinazione, di programmazione o di gestione di un’attività ricettiva turistica sia sostenibile (non solo in termini ambientali) ed armonica rispetto al contesto oggetto di valorizzazione.

Chi sono

Stefania Panzeri

Stefania PanzeriPhD in Diritto della Navigazione, ho svolto attività di ricerca e tutoring presso le Facoltà di Giurisprudenza e di Economia (DEMS) dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Mi sono interessata di trasporti (recte: diritto della navigazione) e di turismo (con particolare riguardo per gli aspetti legati al marketing, alla valorizzazione e alla comunicazione). Negli ultimi anni mi sono accostata al marketing e alla comunicazione digitali.

 

Seguimi su Linkedin